L’orecchio non ha palpebre

Nel cuore della cura
Se chiudi gli occhi 
il mondo continua ad esistere 
tu puoi scegliere 
di non guardare 
e quello che manca 
lo puoi immaginare

L’orecchio invece non ha palpebre 
rimane sempre aperto 
per catturare 
i suoni delle piante delle rocce 
delle cascate 
per trasformare 
il rumore della vita 
quando sembra persa 
in una musica diversa

Non c’è bisogno di parlare 
c’è così tanta bellezza 
che chiede solo 
di poterla ascoltare 
come la riva ascolta il mare 
e ogni volta che la bagna 
non si lamenta 
ma lo lascia fare
Altri ritiri ed eventi