Autunno

Nel cuore della cura
Dove ti sei nascosto 
dove hai fatto tana 
dove hai chiuso la tua pena
a quale corda
o stella l’hai affidata?

Vedo la smorfia sul tuo volto
la storia scritta
tra ruga e bocca 
farsi angolo di fuga 
vedo la tua tristezza 
riflessa 
nei miei occhi umidi

perché non tutte furono versate 
rimangono ultime 
due lacrime 
per questo abbandonarsi sul finire

Forse non sai 
che ad attenderti sarà quella musica 
che ti venne al mondo 
e che non hai più dimenticato
la stessa luce di allora

Guarda
l’autunno
è appena cominciato
Altri ritiri ed eventi