Tisana "GIOIA SPUDORATA" :

Le piante della tisana “Gioia Spudorata” vista da un
Contadino Biodinamico

Santoreggia:

E’ una pianta che ama i pendii rocciosi e i detriti di pietra, con il suo stelo ornato di foglie ristrette, quasi aghiformi, emana un profumo dalle sue foglie strofinate che è riscaldante. Possiede un’alta concentrazione di oli eterei ed una elevata percentuale di tannino, che svolgono un’azione riscaldante per gli organi digestivi. Ha anche proprietà emmenagoghe ed afrodisiache. Conformemente all’abbondante sviluppo della regione fogliare, la sua virtù curativa si dirige soprattutto verso il sistema ritmico dell’uomo.

Rosmarino:

ha l’aspetto di un piccolo abete da giardino con le sue foglie ristrette ed aghiformi.
Ama vivere nella macchia mediterranea in un’aggrovigliamento quasi impenetrabile.
Nell’antichità non veniva usata come pianta medicinale ma aveva un ruolo rituale di ornamento alle Divinità, ed è nel periodo dove ha inizio il risveglio dell “anima cosciente”, nel Medioevo, che ne vengono scoperte le virtù curative mantenendo comunque il suo ruolo di pianta rituale, infatti  è usanza inserire un ramo di rosmarino
L’aroma che produce è igneo, ma severo, risveglia, incoraggia, rafforza la coscienza, nascondendo in sè qualcosa che ricorda la solennità dell’incenso.
Tutte le molteplici proprietà del rosmarino si riconducono all’indicazione dataci da Rudolf Steiner ” il rosmarino rafforza nell’uomo l’azione dell’Io sugli altri arti costitutivi” . Con queste parole si spiega come il Rosmarino attivi i processi del sangue, nel quale proprio si esprime l’attività dell’Io.

Menta piperita:

è una pianta che ama il calore ed un suolo palustre. in questa pianta l’elemento calore lotta con l’elemento umido,freddo.Ne risulta un’azione vivifivante, rinfrescante ed energizzante.

Se vuoi scoprire di più del giardino dei semplici clicca qui